07 settembre 2015
DOSAGE ZÉRO NOIR 2006: DOPPIO SUCCESSO
PER IL FRANCIACORTA DI CA’ DEL BOSCO
Erbusco, 7 settembre 2015 – Ca’ del Bosco è orgogliosa di annunciare il doppio successo del Franciacorta Vintage Collection Dosage Zéro Noir 2006, decretato dal Gambero Rosso: Tre Bicchieri® e Premio Speciale Bollicine dell’Anno, entrambi nella Guida Vini d’Italia 2016. Due premi che si aggiungono ad un’ulteriore traguardo: quello attribuito al DZN 2006 è il 40° Tre Bicchieri® ottenuto da Ca’ del Bosco, tra i riconoscimenti più prestigiosi e ambiti nel mondo del vino, a livello internazionale. Il primo Tre Bicchieri® risale alla prima edizione della Guida del 1988: allora il vino premiato fu il Maurizio Zanella 1985. La 29° edizione della Guida Vini d’Italia del Gambero Rosso, infatti, vedrà tra i migliori premiati anche il Vintage Collection Dosage Zéro Noir 2006, il quarto della linea dei millesimati, un Franciacorta nobilitato dalla classificazione “Riserva”. 100% pinot nero vinificato in bianco, un blanc de noir creato con uve provenienti da un unico magico luogo tra i più elevati della Franciacorta, a 466 metri sul livello del mare: la vigna Belvedere. L’affinamento di 8 anni, periodo che porta questo Franciacorta alla sua massima espressione qualitativa, consentendogli di sviluppare un profilo aromatico caratteristico. Un blanc de noir che non accetta compromessi, puro, capace di trasmettere in modo assoluto la tipicità del terroir in cui le sue uve crescono. La sua purezza è determinata anche dalla scelta di non aggiungere alcuna liqueur d’expedition alla sboccatura, quindi di non dosare il vino. Ca’ del Bosco è leader nella produzione di Franciacorta dal finissimo perlage. Una posizione raggiunta grazie all’entusiasmo, alla passione, alla fatica e al lavoro che fin dagli anni ’70 hanno permesso di trasformare una casa in un bosco di castagni in una delle più moderne e avanzate cantine. In Ca’ del Bosco c’è un unico principio che comanda e definisce tutta la produzione, dalla scelta in vigna all’imbottigliamento. La qualità, o meglio, solo il livello più alto della qualità: l’eccellenza.